“La principessa dei Mondi – Mirika” di Monica Brizzi – Review Party

Buongiorno readers! Oggi partecipiamo al RP di La principessa dei Mondi – Mirika di Monica Brizzi, edito da Genesis Publishing che ringrazio per il file. È il seguito de La principessa dei Mondi – La Terra, recensito la scorsa settimana e se vi va di recuperare la recensione, la trovate qui

Senza ulteriori indugi, ecco cosa ne penso!

La principessa dei mondi - Mirika - Trama
“«Allora, mi spieghi chi sei?»
Aspettai qualche istante, lasciai che i miei pensieri si arrampicassero su uno specchio immaginario alla ricerca di una soluzione, ma non la trovai. Non avrei potuto nascondere a lungo come mi chiamavo davvero, né cosa rappresentavo.
«In poche parole? Il nemico» risposi. «Per entrambi i pianeti che conosci» proseguii.
Diressi il mio sguardo su di lui e confessai. «Il mio nome è Niristilia.»”

Lei è una principessa. Lui il capo dei ribelli.
E stanno tornando.

Il mondo è in pieno caos. La Terra cerca di non soccombere alle perdite che conflitti, sfruttamento delle risorse e cambiamenti climatici hanno causato. Mirika, intanto, si fa umiliare dal sovrano che spadroneggia su entrambi i pianeti.
Ciò nonostante, le cose stanno per cambiare. Perché Niris sa cosa la aspetta e non può in alcun modo sottrarsi ai suoi doveri. Mentre cerca di capire come gestire ciò che è diventata con ciò che prova per Max, il suo nome diventa leggenda, a fianco di quello del capo dei ribelli e dell’intera sezione che gestisce, H.
Da una città all’altra, tra numeri, perdite e nuove conoscenze, Max e Niris sono pronti per la loro nuova missione.
Mirika è il secondo avventuroso volume della saga romance-distopica La Principessa dei Mondi. Siete pronti a ritrovare i tanto amati personaggi de La Terra?

Abbiamo lasciato Niris e Max in procinto di separarsi, quel qualcosa appena accennato, sussurrato, aleggiante tra di loro. Ero pronta, lo ammetto, a un libro sul noioso, come molti libri di mezzo di una trilogia; avevo paura che l’autrice optasse per una scelta alla torment di Lauren Kate, ma per fortuna così non è stato.

Ma soprattutto, erano bastati tre mesi per imparare ad affrontare la mia angoscia. Non dovevo far altro che accettarla e capire da dove nascesse, respirare e riflettere su cosa aveva portato la mia persona a reclamare quell’attenzione, a gridare quanta paura avesse.

La sua scelta di allontanarsi per tre mesi da Max, andare da Uko per allenarsi e imparare a combattere è dovuta al volersi rendere utile, difendere le persone che sono diventate la sua famiglia, lei, che una non ne ha mai avuta. Ruolo decisivo anche il suo sentirsi di non meritare Max.

Questi tre mesi non ci vengono raccontati per filo e per segno, ogni tanto ci viene raccontato qualcosa tramite ricordi e flashback durante la narrazione; in questo modo, esattamente come nel primo, ci ritroviamo nel mezzo dell’azione quasi da subito. L’evoluzione di Niris la comprendiamo a poco a poco, è una nuova parziale scoperta del personaggio. Così anche per Max, segnato da questi mesi di lontananza da Niris, che “si lascia andare” se vogliamo, facendo scorgere la sua parte dolce e passionale che riserva a ben poche persone.

Appena Max va a riprenderla troviamo subito l’aggiunta di un personaggio, Chase, che Niris conosce da Uko. Il viaggio per tornare a H non è dei più semplici. Se prima era una principessa che gli umani volevano morta, ora sono i mirikiani a cercare di ucciderla. Il suo messaggio ha donato nuova speranza ai terresti, ai ribelli, volente o nolente ora il suo ruolo è importante, decisivo. Ovviamente non risparmia ironia e sarcasmo a quei soldati che prima la trattavano come fosse nulla e ora quasi la riveriscono. Nonostante il cambiamento anche psicologico, questo lato del suo carattere, per fortuna, permane.

Nel viaggio per tornare a casa si rende conto sempre di più della devastazione causata da suo fratello.

Un muro di ferro protetto da uomini di carne che combattevano con armi in acciaio.

Quella era la normalità permessa grazie a mio fratello.

La scoperta di essere umana l’ha sconvolta, l’ha spezzata. La Terra è la sua casa, non solo per il suo essere nata lì, ma per la famiglia che ha trovato. Ora capisce l’odio di Nantius nei suoi confronti (capisce per modo di dire), ma anche Mirika, nonostante tutto quello che ha passato e che le ha fatto passare la gente, è la sua casa.

Le astronavi sono pronte. Quindi ecco che le si prospetta una scelta difficile. Essere coraggiosa e tornare su Mirika o rimanere sulla Terra senza fare nulla? Nantius va fermato, ma è pronta per farlo? A voi la scoperta.

Questo libro vede decisamente un’evoluzione nel rapporto tra Niris e Max. Sono due persone segnate, ferite, tormentate, ma forse che davvero l’amore può curare tutte le ferite?

Non sapevo come spiegargli che quel qualcun altro contava, da solo, quanto tutte le vite sulla Terra, che ero una brutta persona perché tutti i miei pensieri giravano intorno a lui prima che all’umanità e ai mirikiani, che il sentimento che mi univa a Max era così prepotente da risvegliarmi dagli incubi.

È la colonna portante di alcune scelte che i due si ritrovano a fare, l’amore che provano è quello che scatena il cambiamento, il miglioramento in loro, ma non crediate, questo amore verrà messo a dura prova, e non vedo l’ora di leggere il terzo per capire cosa succederà, se ce la faranno a superare anche questa prova.

I sentimenti che provavamo erano riusciti ad andare oltre il fatto che io fossi un alieno e lui un umano, oltre al fatto che mio fratello avesse distrutto il suo pianeta, oltre la distanza imposta per diventare migliori, oltre i nostri caratteri difficili, silenziosi, tetri.

La principessa dei Mondi – Mirika è forse meno denso di avvenimenti rispetto al primo, si concentrano molto verso la fine. Ritroviamo i vecchi personaggi, qualche d’uno di nuovo, amicizie che si rafforzano, scoperte sulla guerra, sulle parti in causa, il dubbio che alcune persone sulla Terra, molto vicine a loro, siano “a favore” di questa invasione è sempre più pressante.

Di sicuro l’autrice ci mostra un po’ di più gli effetti sulla Terra e su Mirika di questa invasione, della follia di Nantius, sempre con il suo stile affascinante e coinvolgente.
Nonostante un po’ di refusi ed errori trovati sparsi per il libro, è una lettura che mi sento di consigliare molto volentieri. Attendo con ansia di leggere cosa succederà a Niris e Max, agli altri personaggi, così come ai due pianeti.

Voto per La principessa dei Mondi – Mirika

Ti è piaciuta la nostra recensione de La principessa dei Mondi – MirikaSeguici su FacebookAmazon, Instagram o iscriviti alla newsletter per non perderti le prossime recensioni 😘

E mi raccomando, non perdetevi le recensioni degli altri blog partecipanti all’evento! 

 

Facebook Comments
Like
Precedente "Forte come la morte" di Laura Rocca - Recensione Successivo "La casa delle giovani spose" di Ashley Hay - Review Party

Lascia un commento