“Intrigo e seduzione” di Mathilda Blake – Recensione

Buongiorno, readers! Oggi vi parlo di Intrigo e seduzione, il nuovo libro di Mathilda Blake, edito da Mondadori per la sua collana Passione.
Questa autrice, che ormai considero una certezza per quanto riguarda i libri, questa volta ci porta in una Parigi sul tramonto dell’Ottocento, quando il mondo inizia già a intravedere un’alba di progresso e innovazione, e ci racconta di Gigì, una ballerina del famigerato Mouline Rouge.
Pronti per un viaggetto nella fantastica Parigi del passato?
E grazie all’autrice per avermi mandato l’ebook!

Intrigo e seduzione - Trama
Cover intrigo e seduzionePer una ballerina del Moulin Rouge come Gigì Letouche il fascino è un’arma indispensabile. È proprio grazie alla sua innata sensualità che Gigì, seppure in maniera non del tutto lecita, riesce a guadagnare qualche soldo in più. Mai avrebbe immaginato, però, che nell’orologio da lei sottratto a un barone inglese si nascondesse un messaggio capace di provocare uno scandalo internazionale, con la regina Vittoria al centro. E quando l’incarico di recuperarlo viene affidato all’intrigante Drake Carson, ispettore di Scotland Yard, Gigì scoprirà che l’amore non è solo desiderio, ma che possiede regole ineludibili…

Cosa ci viene in mente pensando al Moulin Rouge? Un simbolo? Ampie vedute? Nicole Kidman magari, come dimenticare quel musical; ballerine, amore?

Ma non è tutto d’oro ciò che luccica. Almeno non per Gigì, giovane ragazza che ha fatto del ballo la sua passione e la sua arte. In un periodo in cui per una donna lavorare e mantenersi da sola non sempre aveva un’accezione positiva, Gigì non si arrende a un destino praticamente deciso e già da bambina lotta per poter essere libera e avere un futuro.

Certo, era sempre al verde, ma almeno era riuscita a fare l’unica cosa che amava davvero nella vita: ballare. Ballare l’aveva salvata.

Lavorare come ballerina al Mouline Rouge è di sicuro “un privilegio”, ma non dà certo modo di vivere bene. Costretta a improvvisare per arrivare a fine mese, spesso si ritrova a rubare al gentiluomo di turno che desidera trascorrere del tempo con lei.

Galeotto fu un orologio. Un orologio che potrebbe provocare uno scandalo a livello internazionale. Cosa c’entra la regina Vittoria con quell’orologio?

Drake Carson è un ispettore di Scotland Yard, mandato a Parigi per recuperare l’oggetto. Al centro delle sue indagini, la ballerina tanto seducente che incanta tutti.

Gli incontri tra i due si possono dire tutt’altro che tranquilli, e potremo anche vederne delle belle.

Drake è un uomo ligio alla giustizia, forte di questa posizione anche grazie (o per colpa) del suo passato. Ma davvero ogni illecito che viene compiuto va punito? Se una persona ruba per sopravvivere, è davvero giusto additarla in modo disdicevole?

Gigì… be’, le apparenze spesso ingannano, e grazie al suo passato si ritrova ad essere la donna che è, con dei principi che potrebbero stupirci per una ballerina di quel luogo, con un’idea dell’amore e del matrimonio sicuramente romantica, o un po’ naive.

Lei, che non era mai appartenuta a nessuno, che non aveva mai avuto né una famiglia né una casa, sentiva di appartenere a qualcuno per la prima volta in vita sua, ed era bellissimo.

Già, tra i due la passione scoppia. Ma è solo questo o ce dell’altro?

La vera domanda era se esistesse un futuro per loro, al di là delle differenze che li dividevano come un abisso invalicabile.

Ed è con questa domanda che vi lascio, unico modo per soddisfarla, leggere questo libro!

Come per gli altri libri di questa autrice, ho trovato Intrigo e seduzione molto ricco e accurato di dettagli, sia per quanto riguarda i paesaggi che per gli avvenimenti storici. Ed è, come sempre, un aspetto che apprezzo moltissimo.

Dopo quattro libri letti della Blake, mi sento di affermare che è una di quelle autrici in grado di spaziare tra più periodi e culture, rendendo le sue letture nuove e avvincenti ogni volta.

Traspare molto anche la passione per il ballo dell’autrice, che tramite Gigì viene raccontato sotto più aspetti.
La storia è molto incentrata sul presente dei due personaggi, tralasciando quindi parzialmente, e solo parzialmente, il loro passato; ma anche i personaggi secondari trovano una loro dimensione e caratterizzazione.

Nonostante qualche lieve imprecisione, un romanzo scorrevole che consiglio vivamente per passare qualche ora piacevole in compagnia di due giovani appartenenti a mondi completamente diversi, con tutto ciò che questo comporta!

Non vedo sicuramente l’ora di leggere i suoi prossimi libro!

Voto per Intrigo e seduzione

Ti è piaciuta la nostra recensione di Intrigo e seduzione? Seguici su Facebook, Amazon o iscriviti alla newsletter per non perderti le prossime recensioni 😘

Facebook Comments
Like
Precedente "Alchemic" di Laura Rocca - Recensione Successivo "La corte di ali e rovina" di Sarah J. Maas - Recensione

Lascia un commento