Recensione “La Trilogia delle Bugie” di Elisa Gentile, a cura di Jessi

Buongiorno readers😍
Oggi vorrei parlarvi di una coppia che forse molte di voi già conosceranno, ma che io purtroppo ho scoperto solo da poco. Sto parlando di Jayden e Selvaggia, i protagonisti della Trilogia delle Bugie ovvero di “Non meriti un minuto in più del mio amore”, “Ti amo perché sei bugiardo” e “Mi manchi, ti voglio, ti perdono” di Elisa Gentile.

Sinossi

Selvaggia ha sedici anni ed è la figlia di un noto petroliere italiano e di una ricca americana. Troppo presi dal lavoro e occupati a tradirsi reciprocamente, i suoi genitori non si sono mai interessati a lei. È cresciuta sola, nella sfarzosa casa di Manhattan, affidata alle cure amorevoli di Amelia, la governante. Jayden ha ventotto anni, è un ragazzo ricco, bello e determinato, anche se nel suo recente passato c’è un dolore che lo ha messo a dura prova. Quando Jayden vede Selvaggia a Central Park, viene colpito dai suoi modi eleganti, ma anche dalla sua acerba sensualità, ma non ha il coraggio di parlarle. I giorni passano e finalmente Jayden riesce ad avvicinarla. Inizia un romantico corteggiamento fatto di viaggi, cene romantiche e incontri molto sensuali. Nonostante l’attrazione che prova, Selvaggia, ancora sedicenne, è vergine e non vuole lasciarsi andare. Nel frattempo il passato di Jayden torna a bussare alla sua porta. E il suo passato si chiama Monya…

Vi ho esposto solo la trama del primo libro perché vi darei già fin troppi spoiler😏
Il primo libro di questa trilogia ci racconta di una vera e propria favola nata tra due ragazzi, di età completamente differenti, Jayden ventotto anni e Selvaggia sedici. Questo libro è stato capace di prendermi sin dall’inizio, in quanto parte subito con un flashforward di due anni dopo, ricco di emozioni frenetiche, che ti travolgono subito e ti spingono a continuare la lettura proprio per mettere insieme i pezzi del puzzle, che già dalle prime pagine sembra essere distrutto. Salvaggia, inizialmente sembra essere proprio la ragazzina di sedici anni che ti aspetteresti, ma con il suo passato complicato e il susseguirsi di eventi, il tempo la porterà ad essere una vera e propria donna. L’amore, la gioia, il dolore, il perdono, la porteranno a crescere più velocemente, la porteranno a maturare e a mostrarsi per la donna che realmente è, una donna forte e sicura di se, una donna protettiva verso le persone che ama, una donna che vuole e merita amore nonostante tutte le avversità. Tutto ciò avviene soprattutto grazie a Jayden, che ha saputo buttare giù quel muro che con gli anni , con i tradimenti e le mancanze, Selvaggia si é costruita. Jayden é un uomo distrutto dal suo passato, un uomo che mai avrebbe pensato di trovare in due occhi verdi la serenità, una serenità e una pace che purtroppo sembrano durare molto poco. Ho letto i libri tutto d’un fiato, e anche se magari il primo sembra essere tutto rose e fiori, sembra essere il racconto di una bellissima storia d’amore a lieto fine, il secondo e il terzo libro sono stati capaci di farmi avere la pelle d’oca per tutta la lettura! Colpi di scena che si susseguono l’uno dopo l’altro, odio e amore, poi amore e odio, saranno il punto focale di questa storia. Per la prima volta, forse da anni a questa parte che leggo, mi sono trovata ad amare di più la protagonista femminile; per la prima volta, mi sono ritrovata ad ammirare una ragazza di tenera età con una forza innata, che a volte le é sembrata mancare, ma che invece poi l’ha aiutata a rialzarsi ed essere più combattiva. Sono stata con le lacrime sul viso per buona parte del racconto, ho vissuto la distruzione nella sua anima attraverso i suoi pensieri e le sue parole, ho vissuto ogni sua sensazione, grazie all’autrice che è stata capace di trasmettere tutti gli stati d’animo dei personaggi. Anche se ho lodato così tanto Selvaggia, ovviamente non é detto che Jayden sia da “buttare”😂anzi… Spesso sono stata combattuta, l’ho odiato con tutta me stessa per alcuni gesti che mai mi sarei aspettata dal Jade conosciuto nel primo libro, sono rimasta scioccata dalle sue parole e spesso anche dai suoi pensieri… Ma, per fortuna é stato capace di scivolare via dal baratro in cui era ricaduto, é stato capace di sollevarsi e dare amore ancora più di prima. Si è fatto amare, proprio come si é fatto odiare, anzi forse di più. Una delle tante cose che mi é piaciuta é che mai ti aspetteresti così tanti avvenimenti data la narrazione del primo libro, poiché, finché non inizi a conoscere i pensieri in profondità, ti ritrovi ad essere uno dei personaggi e di conseguenza vivi gli eventi così come li vivono loro.
Il finale é stato davvero commovente, tutti hanno avuto ció che meritavano, tutto è andato al proprio posto; mettendo così insieme i pezzi del puzzle!
La storia di Jade e Selvaggia merita davvero di essere conosciuta, merita il vostro tempo e il vostro amore❤
Sono stata colpita oltre che dalla storia, dalla fantastica persona che l’ha scritta, con la quale ho avuto il piacere e l’onore di parlare e chiacchierare❤
Oltre all’autrice eccezionale, dietro questi libri c’é la presenza di un’anima nobile, che ha saputo trasmettere la sua umiltà anche attraverso i Ringraziamenti a fine libro… Elisa Gentile ci ha regalato un amore complicato, ma un amore unico… Ci ha regalato uno di quegli amori che fanno giri immensi e poi ritornano, perché certi amori non possono finire! ❤
… Jessi 🖤📕

Facebook Comments
Like
Precedente Recensione "Senza nessun segreto" di Leylah Attar, a cura di Vania Successivo Recensione "Pericoloso come il cioccolato" di Eva Mangas

Lascia un commento