“Una duchessa al giorno” di Charis Michaels – Review Party

Buongiorno readers! Oggi torno per parlarvi di Una duchessa al giorno di Charis Michaels, edito da HarperCollins, che ringrazio infinitamente per il file.

Una duchessa al giorno - Trama
Lady Helena Lark ha speso gli ultimi anni cercando di sfuggire al fidanzamento combinato con il vanesio e noioso Duca di Lusk. Ha provato proprio di tutto, rifiutandolo, evitando di incontrarlo e scappando persino di casa diverse volte, ma senza successo. E ora che la pazienza della sua famiglia e del futuro sposo si è esaurita, si ritrova a Londra a un passo dalle nozze. Decisa a non darsi per vinta, Helena escogita un piano: trovare sette aspiranti duchesse da presentare al duca affinché se ne innamori, rinunciando a lei. Per quanto le sembri strano, trova un inatteso alleato nel mercenario che il fidanzato le ha assegnato come lacchè perché la tenga sotto controllo. Sa che Declan rischia molto per l’aiuto che le offre, ma non immagina quali conseguenze avrà per lei la loro intima, complice e appassionata collaborazione…

Sapete bene quanto io ami i romanzi storici, effettivamente nell’ultimo periodo ne ho letti e sto leggendo parecchi, e udite udite, altre due recensioni entro la fine del mese, quindi stay turned!

Il libro di cui vi parlo oggi ha trovato la mia approvazione per più di un punto, son sincera! 
Oltre a uno stile scorrevole e molto accattivante, la storia di Helena e Declan mi ha tenuta incollata alle pagine per parecchio oltre alla mia solita ora della nanna (vi lascio immaginare le occhiaie al lavoro!).

Lady Helena Lark è una giovane donna di nobili natali che cerca in tutti i modi, da molti anni, di sfuggire a un matrimonio combinato di cui beneficeranno tutti, tranne la poveretta, condannata a una vita sola e triste, giacché diventare duchessa non le potrebbe importare di meno, soprattutto se il marito è una pedina in mano a qualcun altro, sempre ubriaco e senza un minimo di spina dorsale.

Dopo cinque anni di fughe però, i suoi tentativi parrebbe siano arrivati al capolinea. I genitori e lo zio del duca si sono alquanto stufati. Il bello di questa protagonista? Non si dà per vinta, mai, nonostante a volte abbia dei momenti di sconforto (dopotutto è umana), si rialza sempre, più determinata di prima. Non ammette minimamente di fallire, perché fallire vorrebbe dire praticamente morire. Istinto di sopravvivenza? Può essere. Lei non cerca altro che la pace del suo bosco a Castle Woods, a coltivare la sua varietà di mele di cui va così fiera. Quindi? Come fare?

Lady Helena Lark non aveva più opzioni. 
Si era finta malata e pazza e aveva cercato di entrare in convento. Si era dichiarata troppo giovane, troppo vecchia, troppo magra, troppo pallida e troppo sgradevole in ogni modo possibile.
Negli ultimi sei mesi aveva semplicemente puntato i piedi e detto di no. 
E prima ancora era fuggita per cinque volte. 

Se lei non può scappare dal matrimonio, farà scappare il matrimonio da lei. Ci sarà pure qualcuna che il duca trovi affascinante? Basta solo trovare una potenziale duchessa per cui il duca rompa il fidanzamento con Helena. Un inatteso aiuto le arriverà da Declan Shaw, anche se sa bene che non è chi dice di essere, non del tutto…

Declan Shaw è sempre stato un uomo rispettabile nonostante il suo lavoro di mercenario. Un equivoco lo ha portato in prigione, accusato di rapimento e omicidio, anche se lui non ha niente a che fare con tutto ciò; ma nessuno gli crede, soprattutto visto che chi l’accusa sono persone potenti… 

Per uscire di galera, in modo da riscattarsi e provvedere alla propria famiglia, accetta come incarico quello di sorvegliare una giovane donna che deve sposarsi, assicurarsi che non fugga e arrivi all’altare. La ricompensa? Tanto denaro da poter vivere di rendita, lui, il padre e le due sorelle, per molti, moltissimi anni. 

Le cose, però, non vanno come avrebbe pensato, e quando mai capita?

Declan era rimasto stupefatto.
Eufemismo del secolo.
Si aspettava la figlia di un ricco gentiluomo pena di difetti. Un tipo esigente, infantile, volubile ed egoista, con un tocco di stupidità o follia. 
Non si sarebbe mai immaginato una bellezza seducente, decisa a minare il dannato ducato. Sapeva riconoscere la ribellione e il cervello quando li vedeva.

Sì, perché in Helena, oltre a questo, vede soltanto una donna decisa a combattere per la propria sopravvivenza, per poter vivere in pace senza sposarsi con chi non vuole. 
Una risposta sfacciata di qua, un punzecchiamento di là, un giro in carrozza bagnati fradici, ed ecco che ci vuole molto poco perché scocchi la scintilla…

Per lei era una questione di sopravvivenza. La sua forza era pari alla determinazione che lo spingeva a scagionarsi e alla volontà di ogni soldato che aveva visto lottare sul campo di battaglia.

Ma ecco che arriviamo a un punto che mi è particolarmente piaciuto. Di solito quando si leggono romanzi storici, i due protagonisti sono nobili, o al massimo è lei a non esserlo. Non dico che libri con ruoli invertiti come questo non ce ne siano, ma mi è capitato di rado, ad oggi non ricordo un altro esempio di lettura simile, e la cosa mi ha affascinato. 

Io sono un mercenario e voi la figlia di un gentiluomo. Non abbiamo un futuro. 

Inoltre, per una volta è lui ad avere paura di essere una distrazione per lei, e non il contrario! 

Perché Helena Lark era del tutto irraggiungibile. Se anche fossero riusciti per miracolo a evitare il suo matrimonio con il Duca di Lusk…
Se anche Girdleston non lo avesse rimandato in prigione…
[…]
Declan Shaw era e restava il figlio di un sarto e faceva il mercenario, mentre Helena era la figlia di un conte. Lo considerava un diversivo eccitante, non certo un uomo che avrebbe potuto sposare.

Oh, quanti se… ma non saranno del tutto inutili? A voi il compito di scoprirlo con questa rilassante, affascinante e anche eccitante lettura in cui si viene catapultati nel 1816!

Non perdetevi questo libro e questi protagonisti che mi hanno tenuto compagnia, regalandomi un po’ di tempo spensierato.

Voto per Una duchessa al giorno

Ti è piaciuta la nostra recensione di Una duchessa al giorno? Seguici su FacebookAmazon, Instagram o iscriviti alla newsletter per non perderti le prossime recensioni 😘

E mi raccomando, non perdetevi le recensioni degli altri blog che partecipano all’evento!

Facebook Comments
Like
Precedente "I migliori anni della nostra vita" di Rodolfo Baldassarri - Review Party Successivo "La ritrattista della regina" di Virginie Platel - Review party

Lascia un commento