Spring Book Tag

Buongiorno readers! Oggi partecipiamo allo Spring Book Tag, organizzato da La Gilda delle Blogger! Ringrazio il blog Non solo libri per avermi taggata, e a mia volta taggo il blog Romance e altri rimediAmo la primavera, è decisamente la mia stagione preferita, quindi è davvero un piacere per me poter partecipare 😍

Oooooh dunque… Il primo libro che ho letto di mia spontanea volontà è stato un Geronimo Stilton (non chiedetemi quale, non lo ricorderò mai ahah), all’età di sette anni. È stato al mare. Gli altri bambini mi stavano antipatici… lo so, la dice lunga su di me. 
A voler scrivere qualcosa in più… il primo libro serio (nel senso non per bambini) che ho letto è stato Il Codice Da Vinci di Dan Brown in seconda media.

Oddio che domande difficile questa volta! uff… Ne devo scegliere una sola? Davvero? Ma perché? Non posso raggrupparne un po’ al primo posto? No…? Ok, allora… fatemi pensare, perché sono molto indecisa… davvero tanto… 
Ok, forse ci sono… La storia d’amore tra Victoria Gardella e Max Pesaro, della saga I cacciatori di vampiri, di Colleen Gleason! Mi sono innamorata dei protagonisti così cocciuti! 
Certo che, se potessi metterne altre… così, ipoteticamente anche quella tra Tatiana e Alexander/Shura de Il cavaliere d’inverno di Paullina Simons non scherza… sempre ipoteticamente anche… ok, la smetto.

Forse non è la più  misteriosa, ma direi la Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier! Viaggi nel tempo, un nemico del passato che minaccia il presente, amori che viaggiano nel tempo… dico solo questo, gente!

La mappa del destino di Gleen Cooper. Ero da mia sorella per aiutarla con il trasloco, mi aveva fregato il Kindle ed era quello che mi ispirava di più tra quelli che mi ispiravano di meno 😅
Mi sono completamente innamorata dello stile di Gleen Cooper. Ho quasi tutti i suoi libri a casa!

Mah, oddio… non credo che ci sia, onestamente… Anche perché non ne trovo il motivo, visti tutti i libri per cui invece mi posso vantare davvero di aver letto!

L’ho letto da poco, pochissimo: #cucitialcuore – Diario di un padre fortunato, di Francesco Cannadoro. Ho assistito alla presentazione meno di un mese fa! Qua c’è l’articolo che ho stilato per quell’occasione, se vi va di dargli un’occhiata. Davvero un libro stupendo, nonostante il tema.

Sai tenere un segreto? di Sophie Kinsella. Mi è piaciuto tantissimo e in alcune parti ho riso tantissimo!

Shadowhunter. Le origini di Cassandra Clare. Non c’è storia… avrei voluto leggere altri ventimila avventure di Will e Tessa. 

Ma Harry Potter di J.K. Rowling senza dubbio! Il primo a considerarlo da bambini è quel babbano di mio cognato che ha visto solo i primi tre o quattro film. Tutte le volte ci litigo, ma tanto è fiato sprecato. Nutro ancora qualche speranza per mia sorella che sembrerebbe intenzionata a leggere i libri. Posso spingermi fino a dire che i primi due libri potrebbero avere qualche tratto adatto ai bambini, ma la saga tratta delle tematiche in maniere tali che la rendono per adulti. Punto. Fine. Chi dice il contrario, soprattutto senza aver letto i libri, merita un Avada Kedavra.

Oddio… no, a questa proprio non so rispondere. Ogni libro ha in sé un caleidoscopio di emozioni a cui poter attingere, quindi forse potrei dire tutti o quasi. Ma non me ne viene proprio in mente uno in particolare.

 

Ancora grazie per il Tag, è stato un piacere rispondere!

 

 

Facebook Comments
Like
Precedente Novità Hope Edizioni! Successivo Cover Reveal "La Cenerentola sbagliata" di Aya Ling

Lascia un commento