Recensione “Chloe” di Leila Awad

Buongiorno readers! Eccomi pronta con una nuova recensione.

Sinossi

Chi la segue sui Social Network pensa di conoscere tutto di Chloe Bennett: calca le passerelle più importanti, vive a New York, ama fare colazione da Tiffany ed è fidanzatissima. Quello che non sanno è ciò che si nasconde dietro la patina di dorata perfezione, oltre le copertine e i selfie con le amiche. Alla sua carriera manca solo la grande occasione che la consacri nell’Olimpo delle topmodel, che arriva sotto forma di un piccolo regno europeo. Anche di Brygge si sa ben poco, ma quando vi viene organizzata una settimana della moda assurge agli onori della cronaca con le sue scogliere, le strade acciottolate e, soprattutto, i suoi rampolli reali, giovani, belli e scapoli! Quando Chloe incrocia gli occhi verdi del bel principe è come fare un tuffo nel passato. I pettegolezzi si inseguono, lo scoop sembra servito, ma nulla è come appare e, per la seconda volta, la modella si trova costretta a decidere tra il grande amore e il proprio futuro.

 

Chloe Bennett è una famosa modella che vive a New York. La sua vita sembra perfetta e lei si ritiene abbastanza soddisfatta: una bella carriera, un lavoro che ama, amici che adora e che la adorano, un fidanzato. Ma questa è solo apparenza. La sua vita inizia a subire qualche colpo per via del tradimento in diretta televisiva del fidanzato, Paul. Era consapevole che ci fossero del problemi tra di loro, ma non si aspettava un gesto simile da parte sua, non dopo l’aiuto che le aveva dato in passato

…l’aveva aiutata a costruire il personaggio che era diventata, a costruire se stessa, non più una ragazza “da parete”, ma la stella della festa.

Ma Chloe ha dei segreti, segreti che verranno a galla quando dovrà tornare a Brygge, un regno europeo, insieme ad una sua amica,  per una fashion week. A Brygge si scoprirà che in realtà non è una semplice ragazza, ma di nobili natali; si scoprirà piano piano del rapporto che aveva con i principi del regno, e il segreto dietro alla sua fuga otto anni prima. Riuscirà a chiarirsi con il principe Alex, il suo primo amore? Chi sceglierà tra lui e il suo lavoro?

Mi sono piaciuti molto l’ambientazione e i personaggi: la prima descritta in modo molto suggestivo, con paesaggi innevati, castelli da favola; i secondi li ho trovati costruiti bene. Il personaggio che mi è piaciuto di più è quello di Chloe. Non è una classica bella modella, è anche intelligente, determinata, forte di carattere, capace di trarre qualcosa di buono da un episodio negativo del passato, talmente brutto da farle decidere di fuggire da tutto e tutti. Sarà messa a dura prova quando tornerà nel luogo del suo passato, dovrà cercare di capire chi è davvero e cosa prova per Alex. Il principe Alex all’inizio è arrabbiato con Chloe, poverino, l’ha abbandonato senza dire niente, senza lasciare nemmeno un biglietto. Piano piano, però scoprirà il vero motivo di quella fuga ma, per quanto desideri Chloe con tutto se stesso, dovrà capire chi è che ama, se la ragazza di 15 anni, o la donna di 23, entrambe così diverse e uguali allo stesso tempo.

È stata una lettura scorrevole e interessante. Mi è piaciuto il dover scoprire i segreti di Chloe un po’ per volta, ha aumentato la curiosità ad ogni capitolo. L’unica pecca, secondo me, è che a volte il pov cambia, la storia viene narrata da un altro personaggio, ma senza che l’autrice lo preannunci in qualche modo; ogni tanto mi ha creato un po’ di confusione all’inizio, ma solo per le prime righe.

Consigliato a chiunque voglia passare qualche ora senza troppe pretese, in piacevole compagnia; a chiunque crede nell’amore, nel perdono, nella redenzione, e a chiunque piaccia, almeno un pochino, sognare di principi e principesse, descritti in modo reale.

Buona lettura, la mia lo è stata!

Voto

Facebook Comments
Like
Precedente Segnalazione "Pensieri di un poeta mediocre" di Gerry Di Lorenzo Successivo Review Party "La mia fine, il mio inizio - Destini Legati" di Francesca C. Cominelli

Lascia un commento