“Alla ricerca del principe Dracula” di Kerri Maniscalco – Review Tour

Buongiorno miei fedelissimi readers! Alla ricerca del principe Dracula è il secondo libro di Kerri Maniscalco su Audrey Rose, edito da Mondadori, che ringrazio tantissimo per i file!

Sono tornati, gente! Lo Sherlock Holmes e il dottor Watson, in versione romantica e modificata, i “Cressworth” (nome non inventato da me) sono tornati! Ambientato a pochi giorni da Sulle tracce di Jack lo Squartatore (se vi siete persi la mia recensione del primo libro, la trovate qui), Audrey Rose e Thomas sono pronti per un’altra emozionante avventura!
E voi?

Attenzione, possibili spoiler per chi non avesse letto il primo libro!

Alla ricerca del principe Dracula - Trama
Dopo aver scoperto con orrore la vera identità di Jack lo Squartatore, Audrey Rose Wadsworth lascia la sua casa nella Londra vittoriana per iscriversi – unica donna – alla più prestigiosa accademia di Medicina legale d’Europa. Ma è davvero impossibile trovare pace nell’oscuro, inquietante castello rumeno che ospita la scuola, un tempo dimora del malvagio Vlad l’Impalatore, altrimenti noto come Principe Dracula. Strane morti si susseguono, tanto da far mormorare che il nobile assetato di sangue sia tornato dalla tomba. Così Audrey Rose e il suo arguto compagno, Thomas Cresswell, si trovano a dover decifrare gli enigmatici indizi che li porteranno all’oscuro assassino. Vivo o morto che sia.

 

Avevamo lasciato i protagonisti con un’agghiacciante scoperta, pronti a partire per la Romania per partecipare a un rinomato corso di Medicina legale, tenuto nientepopodimeno che nel fantomatico castello del Conte Dracula!

©Credits

Audrey Rose è ancora molto scossa per quanto successo, scoprire che il proprio amatissimo fratello, lo stesso che esternava una compassione incredibile verso le altre creature, è stato capace di fare quello che ha fatto… Mette a dura prova il suo status mentale. Ma che dico, è proprio sotto shock!

All’apparenza, ero ancora una diciassettenne piena di vita, eppure la mia anima aveva incassato un colpo terribile.

Ormai non riesce quasi più a lavorare, ha delle vere e proprie allucinazioni, ha quasi l’impressione che i cadaveri allunghino il collo, le sembra di vedere il fratello… insomma, veri e propri incubi a occhi aperti.

Stavo perdendo il contatto con la realtà.

Nonostante quello che le è appena accaduto e il fatto che sia totalmente a pezzi, una cosa positiva, il padre e lo zio hanno mosso mari e monti, ma ce l’hanno fatta: Audrey Rose e Thomas sono in viaggio verso il castello di Dracula per partecipare a un rinomato corso di Medicina legale! Potrebbe essere proprio quello che le serve per guarire, un po’ di pace mentre studia la materia che ama.

Peccato che già durante il viaggio inizino i misteri grazie a un omicidio sull’Orient Express. Un giovane uomo con un paletto nel cuore. Ebbene sì, gente. Sta andando in Romania, nel castello di Dracula, e si ritrova gente impalata, dissanguata, che puzza di aglio come me durante il lockdown quando ho deciso di mangiarmene mezza testa da sola (ehm, diciamo che il fatto di non poter stare a contatto con la gente mi ha spinto ad approfittarne…)

Dovevo smetterla di vedere feroci assassini ovunque. Dovevo sradicare dalla mia mente la malsana abitudine di trasformare qualsiasi ombra in un demone assetato di sangue. Le ombre erano soltanto assenza di luce. 

Quella che doveva essere una tranquilla esperienza accademica insieme a Thomas per studiare cadaveri, si trasforma ben presto in un mistero con i fiocchi.
Chi sta uccidendo tutte queste persone? E perché le dissangua? Che il principe dei vampiri sia davvero tornato?

Queste sono le domande che affollano la mente di Audrey Rose, che in questo libro ritroviamo davvero molto sotto stress: deve ancora accettare chi fosse suo fratello e il fatto di averlo visto morire davanti ai suoi occhi, in quella scena davvero raccapricciante che ammettiamolo, farebbe venire gli incubi pure a noi; deve riuscire a superare il suo blocco lavorativo; deve risolvere questo mistero; deve far fronte ai sentimenti che prova per Thomas — che, povero ragazzo, ci sta provando a essere più umano, sentimentalmente parlando –, e non crediate che tra i due fili tutto liscio; e come se non bastasse, ricordiamoci sempre del periodo in cui siamo, suvvia, una donna medico legale non si è mai vista!
Ma il suo spirito, sotto questo punto di vista, è più forte che mai

Non avrei tollerato che mi vessasse soltanto perché ero una donna.

Il tutto condito da un’ambientazione resa ad hoc!

Le travi del soffitto e le cornici delle porte, tutte in legno scuro, mi fecero pensare a gengive annerite. Ogni cosa in quel luogo lasciava credere che a quel castello piacesse ingurgitare sangue fresco tanto quanto al suo vecchio occupante era piaciuto versarlo. Sarebbe stato un ambiente terrificante per qualsiasi tipo di scuola, figuriamoci per una in cui si studiavano i morti.

Riuscirà la nostra eroina a sconfiggere i propri demoni e fantasmi, oltre che a far fronte, di nuovo, a quelli reali?
E riuscirà a soprassedere sul comportamento di Thomas? Cuore o mente?

E Thomas… ooooh, tante scoperte su di lui in questo libro, scopriremo che… be’, non so come dirvelo senza rovinarvi la lettura… Scopriremo molto di lui! Personalmente, lo adoro!

Di nuovo un successo per Kerri Maniscalco che con Alla ricerca del principe Dracula si afferma sempre di più nel panorama letterario per la scorrevolezza del testo, i misteri da risolvere non così scontati come nel primo libro (almeno per me che già a metà avevo capito chi fosse Jack), le descrizioni a dir poco sublimi; il tutto contornato da una storia d’amore che ci sta facendo sospirare! Non vedo l’ora di leggere il prossimo libro sì per immergermi nel mistero che ci aspetta, ma per scoprire cosa riserva il destino all’amore dei Cressworth!

Per non parlare della parte finale del libro! Una serie infinita di emozioni, gente! Suspence, azione, non manca nulla! Neppure una parte che IO definisco horror

Spoiler
Sì, perché una scena simile sui ragni, per una che ne ha il terrore come me, me la sarei volentieri risparmiata, sigh.

«Il progresso non esisterebbe se tutti apparissimo, pensassimo e amassimo allo stesso identico modo.»

Ancora molto apprezzata la premura dell’autrice nello specificare, nelle note a fine libro, le nozioni storiche modificate e adattate ai fini della trama. Aspetto che esalto sempre, perché fa capire quanto lavoro e studio ci sia dietro.

Voto per Alla ricerca del principe Dracula

Ti è piaciuta la nostra recensione di Alla ricerca del principe Dracula? Seguici su FacebookAmazon, Instagram o iscriviti alla newsletter per non perderti le prossime recensioni 😘

E mi raccomando, non perdetevi le recensioni degli altri bravissimi blog che partecipano all’evento, li trovate in questo banner davvero stupendo!

Facebook Comments
Like
Precedente "Perfettamente estate" di Robin Daniels - Recensione Successivo "L'ultima nave per Tangeri" di Kevin Barry - Review Party

Lascia un commento